Vai al contenuto

Evitare gli infortuni al piede

Se i piedi non hanno il giusto sostegno o ballano nelle scarpe possono facilmente subire sollecitazioni anomale. Ciò provoca tensioni anomale nei muscoli e nei tendini dei piedi, che, nel tempo, possono causare lesioni alle ginocchia, alle anche e alla schiena.

I problemi ai piedi spesso si sviluppano lentamente nel tempo e in maniera insidiosa. Inoltre, l’incidenza di questo tipo di problemi aumenta con l'età. I più tipici sono disturbi che colpiscono la pelle e le unghie dei piedi, dolore e lesioni causate da sollecitazioni e sforzi anomali.

Le lesioni al piede, al ginocchio e alla schiena sono la causa principale dei giorni di malattia.
In altre parole, le giuste calzature di sicurezza fanno una grande differenza.

Lars Eghamn, tecnico ortopedico

AHI, FA MALE!
Il piede svolge un duro lavoro e le cose che possono andare per il verso sbagliato sono molte.
I problemi ai piedi possono essere paralizzanti e spesso molto dolorosi. Ma niente paura, abbiamo registrato le lesioni più comuni e sappiamo come trattarle.

Foot Stop Service

Scansioni dettagliate dei piedi in pochi secondi.

Scopri di più su FSS

SPINA CALCANEARE

Sotto il tallone è presente un cuscinetto adiposo che funge da ammortizzatore. All'interno del tallone, un piccolo cuscinetto adiposo racchiuso da tessuto tiene insieme il tallone e assicura la massima ammortizzazione durante la deambulazione o la corsa. Se il cuscinetto adiposo viene compresso a causa di carichi pesanti, il tessuto adiposo scivolerà lateralmente e l'effetto ammortizzante sarà ridotto. È ciò che noi chiamiamo spina calcaneare.
La spina calcaneare si può identificare con un esame radiografico e si presenta come una proiezione ossea. Tale proiezione si sviluppa spesso in concomitanza con un'infiammazione della fascia plantare. Un segno evidente della compressione del cuscinetto adiposo sul tallone sono le crepe sulla parte posteriore del tallone.

Trattamento:
Controllare la propria scarpa e verificare che assicuri stabilità al tallone. Alleviare la pressione sul tallone mediante una soletta ammortizzatrice. Osservare l'aspetto del piede: come si presenta l'arco? C'è una pronazione eccessiva? Una soletta personalizzata con un corretto supporto dell'arco aiuta a distribuire la pressione in modo più uniforme su tutta l'area del piede e a diminuire la pressione sul tallone. Strofinare il tallone e l'area dolorante. Se il dolore persiste, consultare un esperto.

INTRAPPOLAMENTO DEL NERVO

Le dita non sono coinvolte solo nella fase di spinta di un passo, ma insieme ai legamenti mantengono la forma dell'arco trasversale all'inizio delle articolazioni delle dita. Quando i muscoli e i legamenti non reggono l'arco, si verifica un abbassamento dell'arco dell'avampiede, con conseguente schiacciamento tra le ossa delle dita del nervo posto tra il terzo e quarto dito.
Questo implica che ad ogni passo si può provare un dolore persistente. Per poter sollevare l'arco dell'avampiede, il sottopiede deve essere integrato con un cuscinetto all'avampiede, che aiuta appunto ad aumentare l'arco. Insieme all’eccessiva pronazione, si verifica spesso l'intrappolamento del nervo.

Trattamento:
Controllare l'arco plantare e il movimento (pronazione) del piede in modo che la soletta fornisca il corretto supporto all'arco. Se il dolore non accenna a diminuire dopo tre settimane, consultare un esperto.

DISTORSIONE DELLA CAVIGLIA

La distorsione della caviglia è l'infortunio di gran lunga più comune per gli atleti, ma è anche molto comune procurarsi una distorsione sul posto di lavoro. Ciò avviene in particolare quando si lavora su superfici irregolari o scivolose.
Sintomi:
Dolore e gonfiore alla caviglia e nell’area circostante, solitamente sulla parte esterna, con alterazione del colore.

Trattamento:
Esercitare una pressione e raffreddare sollevando la parte. Trattamento successivo con graduale aumento di esercizi di movimento, forza, equilibrio e coordinazione. Il disco di bilanciamento (balance board) è un ottimo strumento per la riabilitazione. Il bendaggio e un sostegno della caviglia possono essere d'aiuto alla ripresa dell'attività lavorativa. Controllare la stabilità della scarpa e considerare alternative che offrano maggiore supporto alla caviglia.

TENDINE DI ACHILLE

Dolore e gonfiore indicano l'infiammazione del tendine di Achille. L'infiammazione del tendine di Achille può verificarsi quando ci si allena a basse temperature o su superfici dure, se si indossano scarpe diverse o correndo in salita. Se si verifica un ispessimento del tendine di Achille esiste il rischio di una tendinite cronica che, nel tempo, può rendere necessario un intervento chirurgico. Se il tendine di Achille mostra segni di ispessimento, è necessario contattare un medico o un fisioterapista.
Gli atleti che presentano arcate alte sono più inclini a sviluppare la tendinite di Achille, così come chi non allunga il tendine di Achille prima e dopo l'allenamento.

Trattamento:
Astenersi dalle attività se il dolore diventa più intenso. Trattare l'infiammazione con massaggi o altri rimedi per la riabilitazione. Dedicarsi a un'altra attività per un po' di tempo, come il nuoto o il ciclismo. Si consiglia di allungare sempre il muscolo del polpaccio e il tendine di Achille.

DISTURBI DA STRESS FISICI RIPETUTI

In questo caso, il piede è stato usato impropriamente per lungo tempo, vale a dire che si assume una cosiddetta postura biomeccanica scorretta. Le superfici dure e i movimenti di lavoro ripetitivi sono spesso causa di lesioni, anche se la situazione è migliorata notevolmente negli ultimi anni. Ciò grazie alla migliore qualità delle calzature e al fatto che le aziende e le politiche di medicina del lavoro hanno ottenuto migliori risultati nella prevenzione degli infortuni inducendo i dipendenti a indossare le calzature giuste.

Trattamento:
Per le lesioni da sforzo si ricorre a tecniche ortopediche utilizzando cuscinetti personalizzati che alleviano le zone dolenti e correggono la postura del piede.

Sottopiede JALAS® Neutraliser

In molti casi, è possibile evitare solette ortopediche progettate su misura utilizzando i sottopiedi JALAS® Neutraliser, disponibili per arcate basse, medie e alte.

Vai ai sottopiedi JALAS

About cookies on this website

This website uses cookies to improve your experience, for you to be able to share material on social media and for us to be able to measure the traffic on the website and display customized ads based on your surfing habits. By clicking on I ACCEPT, you agree that Ejendals and their partners use cookies. If you want to know more or if you want to change your cookie settings, you can go to the cookie policy at any time.